Cerca nel blog

venerdì 14 luglio 2017

comunicati VERDI. EMERGENZA INCENDI: MA 28 ELICOTTERI SU 32 RESTANO A TERRA

La cosa più grave è che le funzioni di DOS (Direttore Operatore Spegnimento) che prima erano esercitate dal Corpo Forestale oggi non sono state ancora assegnate.

La conseguenza è che su 32 elicotteri antincendio ben 28 sono a terra.

L’emergenza incendi di queste ore è causata anche da chi invece di programmare un’azione di prevenzione ha tagliato la struttura della Forestale con la riforma Madia. La conseguenza è che su 32 elicotteri antincendio ben 28 sono a terra.

Rifugiati politici. Gli atti del convegno dei Verdi della Lombardia (video)

Sabato 10 giugno 2017 si è svolto un convegno promosso e organizzato dai Verdi della Federazione della Lombardia dal titolo “L’immograzione: Un problema o una risorsa?”.

martedì 4 luglio 2017

In Memoria di Marcelo Principato. Custode del Ticino, agente di Pace.

Nella giornata di martedì 4 luglio, Castano Primo e una moltitudine di compagni e amici hanno dato l'ultimo saluto a Marce, Marcelo Principato, fondatore del Circolo ARCI Paz e promotore di comitati a difesa dei diritti umani.
Gli Ecologisti del Ticino, gli ambientalisti del territorio, lo ringraziano per il suo impegno costante e cristallino, in moltissime battaglie di difesa dell'ambiente, da quella per fermare le cave nel castanese, al referendum per l'acqua pubblica, l'impegno pacifista e l'incredibile capacità divulgativa, narrativa, col teatro dell'oppresso.
Il nostro grazie a Marcelo per tutto quello che ha fatto.
Marcelo, vive e continua a vivere in tutto quello che ha creato e nei sogni che ci ha regalato, con determinazione senza arrendersi mai, mettendo sempre al centro la persona, agendo la politica nel senso più nobile del termine.
Un Esempio cristallino.



giovedì 29 giugno 2017

Aggressione neofascista a Palazzo Marino.

I Verdi del Ticino sono agghiacciati e preoccupati per i fatti di oggi.
nella foto e nel testo sotto la testimonianza di un sindacalista dell'USB. già storico e stimato candidato dei Verdi.
dal post su fb. nei video registrati si vede chiaramente l'aggressione mirata e gli altri obiettivi dei fascisti erano anche i cellulari e macchine fotografiche. 
A nome di tutti i Verdi solidarietà agli aggrediti. Milano Città medaglia d'oro della Resistenza non può subire questo oltraggio.
denunciamo altresì l'atteggiamento intimidatorio,già denunciato, di un vigile di Ossona e di un amministratore nei confronti del cons.comunale dei Verdi di Ossona (Milano).
Solidarietà al sindacato USB e alla rete di comitati Nessuno è illegale.
"Oggi casa paund con la complicita della polizia ha prima interrotto il cnsiglio comunale e poi aggredito la delegazione di nessuno è Illegale all'interno di palazzo marino...saputo dell'accaduto abbiamo presidiato tutte le uscite in uno dei tentativi di scortarli all'esterno la polizia ha aperto un varco permettendo un'aggressione nei miei confronti 15 contro 1 è un'atto gravissimo aver permesso e difeso impunemente le scorribande dei fascisti dentro e fuori palazzo marino..adesso sono in pronto soccorso a farmi refertare."

L'immagine può contenere: 1 persona

e dal cronista di RadioPopolare

lunedì 24 aprile 2017

DEL GRANDE. VERDI: ORA TURCHIA LIBERI ALTRI 120 GIORNALISTI

DEL GRANDE. VERDI: ORA TURCHIA LIBERI ALTRI 120 GIORNALISTI Roma, 24 apr. - "La liberazione di Gabriele Del Grande e' una bellissima notizia" scrive' in una nota Gianpaolo Silvestri responsabile diritti dei Verdi, che prosegue: "Ora lo aspettiamo in Italia per festeggiare, per questo abbiamo lanciato l'hashtag #BentornatoGabriele". "Non possiamo pero' rimanere silenziosi - spiega l'ecologista - di fronte alla realta' del regime di Erdogan che tiene imprigionati in Turchia ancora 120 giornalisti, un triste primato mondiale." "Ora bisogna lavorare - conclude Silvestri - per consentire la liberazione di tutti coloro che sono nelle carceri turche senza uno straccio di ipotesi di reato in contrasto con ogni convenzione internazionale

martedì 18 aprile 2017

Global Greens: Liverpool declaration 2017

GREENS: A GLOBAL MOVEMENT, A UNITED VISION

The world faces disturbing and dangerous trends. Multiple actors are organising to combat the challenges these trends present. The Global Greens as agents of change, promoting a sustainable, just, peaceful, free and democratic future for human civilization on the Earth, have joined innumerable battles in pursuit of our shared values. We pledge to cooperate even more strongly in the future to make the fundamental transformations needed to return to future generations the world that we have only borrowed from them. Environmental crises, inequality and conflicts are growing, prompting calls for political and societal change. Unscrupulous authoritarian leaders and right-wing politicians are exploiting this dissatisfaction. Using populist means, they blame virtually all problems on minorities, on dissenters, on the ‘other’, especially migrants and asylum seekers. For real problems, such as climate change or austerity and social division, leaders like Mr Putin, President Trump, President Erdogan, President Duterte and others offer imaginary solutions. We Greens are the opposite – we seek to replace fear with hope, hatred with compassion, racism with respect for all.   We Greens offer a politics which is both practical and visionary.  We believe in a society that respects diversity, promotes peace, creates real democracy, challenges inequality and, above all, respects both nature and future generations.  These Green values set out in our Charter, are common to Green Parties right across the planet.  While we respect the diversity of Green Parties, we hold both to common principles and a practical approach to putting them into action. 


giovedì 13 aprile 2017

Parco del Roccolo. Negata l'AIA alla discarica. Avanti cosi

Settimana autentica, dice il lezionario ambrosiano cristiano; le Sacre letture si concentrano sulla figura di Susanna, vittima di un complotto, e dell'Angelo del Signore che per mezzo di un giovane, Daniele, riporta la giustizia.
Le suggestioni pasquali son certo intense, e ci riportano alla nostra quotidianità di ecologisti di base, lontani dai palazzi del potere ma vicini alla gente, nella gente e nei territori.
Come un fulmine a ciel sereno che squarcia la coltre di ipocrisia di Regine Lombardia, che prova ad attribuire a Milano Città Metropolitana colpe e responsabilità che non ha, i tecnici, dirigenti e personale di Città metropolitana, guidati dall'Eccelso Architetto, già Assessore Provinciale Verde, Pietro Mezzi che nonostante gli scarsi margini di manovra ha trovato motivazioni nel rispetto delle normative, quelle stravolte dalla Regione Lombardia a guida Leghista, per non dare parere positivo all'AIA autorizzazione intergrata ambientale.
Le Genti dell'Est Ticino, nonostante la lega nord e i doppigiochi di alcuni, hanno vinto la prima battaglia, ora si passa a quella successiva, far di un territorio, ormai consapevole del proprio ruolo storico; ricordiamo anche la vittoria contro il Lager di Galline Ovaiole, respinto con dignità e fermezza dai comuni tutti, e diventato caso nazionale, che ha portato a una nuova normativa nazionale, in merito agli allevamenti a terra. per il rispetto di tutti gli esseri viventi (lasciateci dire che ci ha portato in Europa, l'Europa dei diritti dei più deboli, non dei privilegi dei pochi).
Vogliamo un parco, vogliamo le bonifiche, vogliamo i ripristini ambientali, vogliamo decidere del nostro futuro, vogliamo riprendere in mano il nostro futuro. Lo stiamo facendo.
Che la politica si adegui, pare ovvio, ma non cosi scontato, per questo il nostro cristallino e sincero impegno Ecologista, come Verdi del territorio, a volte in sordina, ma sempre presenti, è forse ancor più prezioso, dei tanti proclami che lasciano il tempo che trovano. Noi ci siamo, le Genti del Parco del Roccolo ci sono, è ora che nei luoghi di tutela ambientale si dia la dignità che meritano con la conseguente progettualità; basta con i cacciatori come promotori di non si è capito cosa, basta con gli interessi di pochi, anteposti a quelli delle comunità che vivono e lottano per il loro futuro.
Oggi è un buon giorno, sarà una buona pasqua, e vogliamo pubblicamente ringraziare, i presidianti, i Sindaci e amministrazioni tutte, le associazioni ambientaliste, i comitati e, diciamolo, li vediamo e sentiamo come novelli "Daniele", il giovane ragazzo che dopo aver smascherato i giudici impostori che accusavano Susanna, ha guadagnato la stima e il rispetto del popolo tutto.
Evviva il Parco del Roccolo, Evviva i Verdi, Evviva chi difende e lotta per un mondo più giusto.

Ecologisti del Ticino